/

Back to home page

European Parliament Climate

Chiusura della centrale nucleare di Borsele nei Paesi Bassi

   Fri 22/06/2001

Il 1o giugno 2001, il giornale olandese "Volkskrant" ha riportato la notizia secondo cui il Commissario all'energia, sig.ra de Palacio, in una riunione del giorno prima ad Arnhem, aveva affermato testualmente: "La prematura chiusura di centrali nucleari prevista dal governo olandese non è stata una buona idea" e aggiunto che senza l'energia nucleare non sarebbe stato neppure possibile rispettare i requisiti di Kyoto. Queste affermazioni hanno avuto un'eco anche negli altri mezzi di informazione.

1. Conferma il Commissario le sue dichiarazioni?

2. E' al corrente delle ripercussioni che l'energia nucleare ha sull'ambiente rispetto ad altre fonti energetiche derivanti da combustibili non fossili?

3. Le è noto l'impegno del governo olandese a promuovere l'impiego di altre forme di energia da combustibile non fossile, diverse dall'energia nucleare?

4. Può fornire prove concrete e convincenti che l'attuale politica del governo olandese impedisce di ottemperare agli obblighi di Kyoto?

5. In caso negativo, che cosa l'ha indotta, in assenza di prove e di necessità, a farsi paladina degli interessi circoscritti dell'industria nucleare in modo così palese?

6. Non ritiene che la scelta di come (sottolineo come e non se) ottemperare agli obblighi di Kyoto sia una prerogativa del governo olandese?

7. Sulla base di quali norme dei Trattati ritiene essa di dover interferire nella politica energetica olandese?


http://www.europarl.europa.eu/sides/getDoc.do?pubRef=-//EP//TEXT+WQ+E-2001-1831+0+DOC+XML+V0//IT